Autunno, in Lombardia 4mila imprese da campo a tavola:+2% in un anno, business da 1,4 miliardi in regione

In questo comunicato di Coldiretti Lombardia si evidenzia un dato significativo, legato alla crescita dell’agroalimentare concentrato nel periodo autunnale. Un dato importante che indica un trend positivo per un settore che in passato ha sofferto per varie cause. Tutta una serie di dati che mettono in rilievo le attività produttive dell’ autunno.

Attraverso una ricerca della Camera di commercio di Milano Monza Brianza Lodi e di Coldiretti Lombardia a giugno 2018 si registra una crescita del 2% annua. Tutta una serie di dati che mettono in rilievo le attività produttive dell’autunno, come uva, cachi, kiwi, olive, melograno, nocciole e castagne. Sono 2991 le imprese legate al solo territorio lombardo (148 solo a Milano su 80 mila in tutta Italia) –

Un settore strategico che occupa un totale di circa 150 mila addetti, di cui 6000 in Lombardia. Un giro d’affari di 1,4 miliardi di euro nella sola regione lombarda su 17 miliardi in Italia, con 650 milioni a Milano, circa 300 a Brescia, circa 100 a Bergamo, Pavia, Lecco. Prime in Italia Verona con circa 2 miliardi, Treviso e Firenze con oltre 1 miliardo. Un imprenditore su dieci è giovane, sia in regione che in Italia.

Autunno : cresce l’agroalimentare

Autunno e suoi frutti

Aumentano i settori dell’agroalimentare legati all’ autunno, sia in Lombardia che in Italia. In cinque anni si registra il +11% a Milano, dove si contano 290 imprese, +5% in Lombardia con 4.261 attività e +10% in Italia con 152 mila attività. In un anno, invece, la crescita è del +2% in regione e +3% a livello nazionale. Emerge dai dati della Camera di commercio di Milano Monza Brianza Lodi e di Coldiretti Lombardia a giugno 2018.

Così spiega Giovanni Benedetti, membro di giunta della Camera di commercio di Milano Monza Brianza Lodi e direttore di Coldiretti Lombardia : “L’impegno e l’impiego dei giovani in agricoltura coinvolge anche le produzioni autunnali.  Il loro spirito imprenditoriale e la loro capacità innovativa sono sempre più rivolte a rispondere alle esigenze dei consumatori, che chiedono prodotti di qualità, stagionali e alleati del benessere”.

Luoghi Rurali

dati forniti da Coldiretti Lombardia

 

 

 

C

 

Spazio Pubblicitario ancora disponibile

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento
Per favore inserisci il tuo nome qui