Pan  Olio, a Panicale (PG) in Umbria

Pan Olio – Ultima settimana di ottobre, durante l’apertura della molitura, 4° edizione Pan Olio, a Panicale, borgo medievale sui colli trasimeni, poco distante da Castignole del lago e da Città della Pieve. Una zona votata alla coltivazione dell’ulivo e della produzione di olio rextravergine affinato. 

4° edizione Pan Olio a Panicale

Organizzato dalla cooperativa Il Progresso (prima cooperativa umbra nata nel secondo dopoguerra) con l’ausilio di Diletta Ciuccetti Presidente Consiglio Comunale di Panicale, delegata comunale che si occupa di marketing turistico, l’incontro prevede degustazione di diversi oli locali, vini, formaggi salumi, miele, confetture, zafferano tipico del territorio, pesce del lago Trasimeno, dieci le taverne aperte.

4° edizione Pan e Olio – Evento molto apprezzato e seguito da visitatori che giungono dalla Toscana, dal Lazio e, soprattutto molto affluenza americana anche se, ancora la strada per arrivare ad una commercializzazione estera sembra essere lontana, la concorrenza toscana, è un peso non di poco calibro, il brand toscano da anni valorizza questo comparto e l’Umbria, sembra essere un pochino in ritardo.

Pan Olio a Panigale (PG)

Il progetto finale è quello di  realizzare un festival dell’Olio del Trasimeno, coinvolgendo gli otto comuni del parco sia attraverso privati che cooperative, importante a tal proposito, gli interventi alla conferenza che si è tenuta per l’occasione Olio del Trasimeno: l’opportunità di essere unici’. Durante tale incontro Valter Sembolini del Gal (…)a supporto di tutte le economie del Trasimeno che portano anche turismo. Avere oggi qualcuno come l’Oleificio Il Progresso che gestisce un patrimonio immenso come l’olio della Polvese – ha aggiunto – consente di poter avere una vetrina importantissima non solo per il Trasimeno ma anche per tutta la regione».

Il cultivar dell’olio del Trasimeno ha la particolarità che, oltre ai classici Frantoio, Leccinio, Moraiolo, vi è la presenza della varietà Dolce Agogia tipico del Trasimeno e dell’area perugina che crea la varietà autoctona locale, più o meno 6000 piante, probabilemente selezionate dai monaci o che viveno nell’Isola Polvese, oggi dà origine l’Olio Extravergine di Oliva Umbria D.O.P. Colli Trasimeno e Umbria.

Testo di Laura Tenuta

Spazio Pubblicitario ancora disponibile

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento
Per favore inserisci il tuo nome qui