INFLUENZA

Dieta antivirus a base di miele e zuppe

Influenza : 1 milione di persone già a letto  – Coldiretti ha messo a punto una dieta antivirus

Influenza – Frutta e verdura di stagione

Influenza – Per contrastare efficacemente il virus influenzale che sta aggredendo migliaia di persone in questi giorni di fine anno (circa 1 milione) Coldiretti consiglia i rimedi dei nostri nonni, dettati e tramandati dalla saggezza popolare. Uno dei rimedi più efficaci è senza dubbio quello di aumentare le calorie consumate, iniziando dalla prima colazione con latte, miele o marmellata e fette biscottate integrali. Per il pranzo soprattutto zuppe, verdure, legumi e frutta, che aiutano ad inalzare, con l’apporto di vitamine, le difese immunitarie dal rischio dell’insorgenza dell’influenza favorita dal freddo gelido. E’ quanto sostiene la Coldiretti che ha messo a punto una “dieta antivirus” con l’arrivo dell’influenza che ha già messo a letto oltre un milione di italiani secondo l’ultimo rapporto Influnet 2018.

Influenza – Secondo l’indagine di Coldiretti i più colpiti risultano essere i bambini e gli anziani, ovvero quelle categorie maggiormente indifese perché maggiormente esposte ai rischi di questi virus. Un’incidenza di 8,7 casi ogni mille proprio per ciò che riguarda i bambini sotto i 5 anni, mentre le regioni dove il virus sta arrivando con forza sono Campania, Calabria e Sicilia e la provincia autonoma di Trento.  Nello studio fatto da Coldiretti emerge anche che negli ultimi 15 anni le stagioni con il maggior numero di malati sono state quelle del 2017-2018, del 2004-2005 e del 2010-2011, mentre adesso la tendenza è in crescita ma non siamo ancora al picco massimo dell’influenza.

Per contrastare l’epidemia del virus influenzale, oltre alle normali regole di igiene e ai farmaci in caso di necessità, anche un certo tipo di alimentazione può giocare un ruolo strategico: oltre a frutta a verdura ricca di antiossidanti non devono mancare – spiega la Coldiretti – latte, uova e latticini ricchi di elementi probiotici come yogurt e formaggi come il parmigiano e, per alcuni esperti, anche il miele e l’aglio, che contiene una sostanza, l’allicina, particolarmente attiva nella cura preventiva.

Influenza : privilegiare frutta e verdura di stagione. 

Con l’abbassamento delle temperatura ed un clima più freddo arriva anche il “permesso” ad aumentare le calorie consumate in relazione ad attività, sesso, età e necessità personali. Importantissimo – rimarca la Coldiretti – è consumare verdure di stagione, soprattutto quelle ricche di vitamina A (spinaci, cicoria, zucca, ravanelli, zucchine, carote, broccoletti, ottimi anche cipolle e aglio possibilmente crudi per la valenza antibatterica non indifferente) perché danno il giusto quantitativo di sali minerali e vitamine antiossidanti che sono di grande aiuto per combattere le conseguenze dello stress del cambio di stagione sull’organismo.

Nella dieta antivirus non vanno tralasciati piatti a base di legumi (fagioli, ceci, piselli, lenticchie, fave secche) perché contengono ferro e sono ricchi di fibre che aiutano l’organismo a smaltire i sovraccarichi migliorando le funzionalità intestinali.

Stesso dicorso per la frutta che è , per il grande contenuto di vitamina C, come i kiwi, clementine e arance rigorosamente italiane per evitare che i trasporti ne riducano il contenuto vitaminico. Per concludere va ricordato che in un soggetto normale l’assunzione di proteine deve essere compresa tra 0,8- 1,3 grammi di proteine per chilo di peso corporeo, per cui – conclude la Coldiretti – una corretta dose di carne nella dieta non può fare che bene.

 

Spazio Pubblicitario ancora disponibile

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento
Per favore inserisci il tuo nome qui