DIGERIRE BENE PER NON AMMALARSI PIU

In questo articolo Samanta Robecchi, esperta naturopata e psicosomatica, tocca un argomento molto sentito e particolarmente diffuso, ovvero l’importanza di digerire bene.

Digerire bene …. – Lo stomaco, è l’organo che trasforma il cibo in energia, già da questo periodo, verso il cambio stagione diventa piu infiammabile.

Ecco perché dobbiamo liberarlo dalle tossine che lo irritano e intossicano.

Digerire bene
Lo stress può essere causa di una cattiva digestione

E’ facile che in questo periodo lo stomaco funzioni in modo diverso rispetto ad altri momenti dell’anno, così ci si ritrova ad usare lo stomaco per digerire, oltre al cibo, anche tante tensioni.

Questo stress, provoca un aumento della secrezine dei succhi gastrici e porta ad una diminuzione di ioni bicarbonato presenti nella pellicola che protegge la mucosa dello stomaco e di conseguenza arrivano acidità e bruciore, la digestione rallenta e l’organismo si riempie di tossine.

Medicinali, emozioni che “pesano” e alimenti, danneggiano la mucosa gastrica. Per evitare disturbi, il segreto è rinfrescare il tubo digerente.

Quando questi “fuochi” agiscono contemporaneamente sullo stomaco, diventa piu probabile che compaiano acidità e bruciori che, se non vengono trattati, possono diventare cronici. E allora: Che cosa bisogna fare per non far ammalare lo stomaco?

Occorre proteggere i tessuti gastrici dall’eccesso di calore, utilizzando le erbe e i cibi che li rinfrescano e li liberano dalle tossine che favoriscono l’infiammazione.

DIGERIRE BENE – FAI PREVENZIONE: LE 3 REGOLE BASE

Ecco 3 consigli per la salute dello stomaco, da seguire non solo adesso ma sempre, durante il resto dell’anno.

1. Fai 5-6 pasti medio piccoli al giorno piuttosto che una colazione scarsa e pranzo e cena super abbondanti: le grosse quantità di cibo che arrivano nello stomaco, di colpo, sollecitano la sintesi di succhi gastrici che favoriscono le infiammazioni.

2. Mangiare lentamente, masticando a lungo i bocconi prima di deglutirli (almeno 20-25 volte), cosi da permettere alla saliva di preparare il cibo a essere piu facilmente digerito dai succhi gastrici e dagli enzimi gastrointestinali.

3. Evita bevande ghiacciate, naturali o leggermente gassate: l’anidride carbonica nelle giuste quantità favorisce la digestione.

A COLAZIONE

Digerire bene con alimenti sani
Digerire bene – colazione, pranzo, cena e spuntini

Alla mattina provate ad assumere yogurt greco, banane e prebiotici che aiutano a regolare l’eccesso di secrezione acida per mantenere lo stomaco sano e attivo.

Prima di colazione prendi una dose di probiotici con un bicchiere d’acqua, cosi alzi subito una barriera contro l’attacco di virus e batteri che, dall’intestino possono risalire verso lo stomaco, contaminandolo.

Inoltre, a colazione prova una ciotola di yogurt greco (fonte di probiotici), con una banana (ricca di potassio) a fettine e un cucchiaio di miele di tiglio (antinfiammatorio), che smorzano sul nascere eventuali eccessi di acidità gastrica.

Infine, prova a sostituire il latte vaccino con una bevanda vegetale come la bevanda di nocciola o mandorle, apporta notevoli percentuali di grassi buoni che contribuiscono a mantenere sane le pareti gastriche.

A PRANZO

Prova alcuni degli ortaggi amici dello stomaco come carote e cavoli: le carote hanno un azione lenitiva sulle infiammazioni del tubo digerente, mentre i cavoli contengono acqua, mucillaggini protettive che aiutano ad annientare i batteri gastrici, mentre le carote riparano le lesioni dello stomaco. Quindi abituati a gustare una volta al giorno un’insalata composta da questi vegetali, crudi o cotti, tagliati a tocchetti o a listerelle sottili con un cucchiaino di semi di sesamo che aiutano a prevenire l’acidità.

DOPO CENA E DURANTE IL GIORNO

Prova l’infuso di tulsi (chiamato anche basilico indiano), che desensibilizza le mucose gastriche, scioglie i catarri che irritano lo stomaco e l’intestino e allenta gli stress che possono alterare i processi digestivi.

Prepara l’infuso che potrai bere tiepido o freddo, due tazze al giorno.

QUANDO E’ L’ANSIA CHE INFASTIDISCE LA DIGESTIONE

Digerire bene
Digerire bene per prevenire ansia e stress

Per ridurre il nervosismo che rende piu sensibile lo stomaco, un ottimo rimedio l‘estratto gemmoderivato di Ficus Carica, che rimuove lo stress accumulato che si deposita sui nostri organi deputati alla digestione. Il Ficus Carica ha un’azione sul sistema neurovegetativo e sulle mucose di stomaco e duodeno, è quindi un ottimo rimedio da tenere sempre in casa.

IN CASO DI CEFALEA DA MAL DIGESTIONE

Nel caso in cui dopo i pasti si soffra di cefalea e spossatezza, se si avverte una specie di vuoto allo stomaco, come se i visceri si attorcigliassero lasciando un senso di vertigine, la pianta che fa al caso nostro è la Melissa: scioglie la tensione e combatte il senso di nausea.

Si assume in estratto secco: 2 capsule con acqua dopo i pasti principali, fino alla soluzione dei sintomi.

Per informazioni o altri consigli potete contattarmi via mailinfo@delacroixnatura.it

Rubrica a cura 
Samanta Robecchi 
Naturopata Psicosomatica
Samanta Robecchi 
Spazio Pubblicitario ancora disponibile

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento
Per favore inserisci il tuo nome qui