“Grana” – Accordo commerciale fra Unione Europea e Messico, protesta del Consorzio Grana Padano

"Grana" accordo Ue Messico

“Grana” Il consorzio chiede spiegazioni alla UE

perchè non richiesta, benchè il termine sia parte integrante di una DOP mondiale. A questo proposito il comunicato ufficiale del Consorzio del Grana Padano cita una sentenza : ….. come riconosciuto anche dal Tribunale di Primo Grado delle Comunità Europee nella sentenza del 12 settembre 2007 nella causa T 291/03 sul marchio comunitario GRANA BIRAGHI. Ma vi è di più ancora perchè pare inconciliabile col fatto che in Messico il Grana Padano è riconosciuto ai sensi dell’Accordo 3 di Lisbona, con conseguente impegno del Messico a proteggere la denominazione contro qualsiasi imitazione o usurpazione. Un accordo vero e non generico. Peraltro, in Messico la Denominazione di Origine “Grana Padano” è stata a suo tempo registrata, così come il marchio Grana Padano.

A questo punto non si comprende perchè l’Unione Europea abbia commesso un tale e grossolano errore privando del nome “Grana” un prodotto italiano di valenza mondiale. Un danno economico d’immagine piuttosto grosso.

Baldrighi :  «Incomprensibile ed inaccettabile»   la protezione del termine GRANA” deve essere mantenuta

"GRANA" beffa della UE

Nicola Cesare Boldrighi – Presidente Consorzio Grana Padano

“Grana” – E’ questo il commento del Presidente del Consorzio Nicola Cesare Baldrighi riguardo alla previsione contenuta nel capitolo sulla proprietà intellettuale dell’ Accordo commerciale fra Unione Europea nella quale si afferma che la protezione del termine “GRANA” non è richiesta.

Baldrighi nell’evidenziare il proprio rammarcio dice: «Abbiamo pertanto prontamente chiesto spiegazioni direttamente alla DG Agri della Commissione, oltre a sensibilizzare sulla questione il Ministero delle Politiche Agricole, Alimentari, Forestali e del Turismo e il Ministero dello Sviluppo Economico, nonché l’Ufficio Marchi e Brevetti – annuncia il presidente del Consorzio – Intendiamo andare avanti con la massima determinazione, in tutte le sedi e in tutti i contesti possibili, per far valere le nostre ragioni e ottenere la piena tutela della DOP Grana Padano, nel rispetto di quanto previsto a livello comunitario e della protezione garantita alla denominazione stessa dall’Accordo di Lisbona».

Luoghi Rurali

Spazio Pubblicitario ancora disponibile

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento
Per favore inserisci il tuo nome qui