CRISI DEL SETTORE AVICOLO

Aviaria, 20 milioni in manovra: “Un’ottima e tempestiva risposta da parte del governo per fronteggiare l’emergenza”

Un emendamento alla Legge di bilancio, che sarà discusso nei prossimi giorni, prevede da un lato il risarcimento dei danni subiti dalle aziende e dall’altro il rafforzamento del sistema di sorveglianza e di prevenzione

 

Maurizio Martina Ministro poilitiche agricole

Crisi del settore avicolo

Buone notizie per il settore avicolo, alle prese con la grave emergenza dell’influenza aviaria. Il governo, con i ministri delle Politiche agricole Maurizio Martina e della Salute Beatrice Lorenzin, sta infatti lavorando nell’ambito della Legge di bilancio ad un emendamento che prevede un fondo di 20 milioni di euro per le aziende coinvolte nella crisi.

Beatrice Lorenzin Ministro della salute

L’emendamento consentirà da un lato il risarcimento del danno economico subito dalle aziende (sia diretto con gli abbattimenti che indiretto con i fermi aziendali) e dall’altro il rafforzamento del sistema di sorveglianza e prevenzione. Il fondo verrà utilizzato anche per misure di biosicurezza e sanitarie.

“Apprendiamo questa notizia con grande soddisfazione – dice Gabriele Trebeschi, direttore di Confagricoltura Brescia – perché riteniamo che si tratti di una vittoria del lavoro della nostra organizzazione: proprio ieri a Leno, nel corso di un incontro molto partecipato con i sindaci del territorio e con gli allevatori, il nostro presidente regionale, Antonio Boselli, aveva chiesto un’unità di crisi sul territorio per fronteggiare l’emergenza: riteniamo che questo stanziamento rappresenti una tempestiva risposta da parte delle istituzioni. Vigileremo – sottolinea Trebeschi – affinché questi fondi raggiungano al più presto le aziende colpite dalla malattia o dai blocchi: Confagricoltura resta a fianco delle imprese in questa fase così delicata. I fondi stanziati – conclude il direttore –, anche se non sufficienti per una crisi così grave, rappresentano comunque una boccata d’ossigeno vitale per tante nostre aziende”.

 

Fonte: Confagricoltura

 

 

Spazio Pubblicitario ancora disponibile

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento
Per favore inserisci il tuo nome qui