Lactalis : il Parmigiano Reggiano adesso è francese  – un altra eccellenza italiana che passa di mano

 

Lctalis acquista Nuova Castelli
Lactalis: un altra DOP in mano ai francesi

Lctalissi prende la Nuova Castelli . La società leader nel settore dei grandi formaggi DOP italiani, che nel 2014, con notevoli benefici è entrata  nel capitale del fondo Charterhouse Capital, è stata acquistata dai francesi di Lactalis.  Un operazione che accresce ulteriormente la posizione sul territorio italiano.

Lactalis vanta già ben 29 siti di produzione con oltre 5500 persone che vi collaborano. Tra i marchi più famosi acquisiti nel corso degli anni vi sono: Parmalat, Galbani, Cademartori, Locatelli e Invernizzi, che costituiscono un terzo dell’intero settore lattiero caseario nazionale.  L’acquisizione è ovviamente soggetta alle approvazioni delle autorità competenti.

Lactalis giusto per ricordare, essendo proprietari dei grandi nomi del settore lattiero caseario, sono anche quelli che impongono i prezzi alla stalla. Quelli del prendere o lasciare, contro i quali le associazioni di categoria ogni anno si battono

Chi è Nuova Castelli ?

Nuova Castelli, il cui presidente è Antonio Lino Sala ha nell’esperienza e nella sua storia il suo marchio di fabbrica. L’azienda, con sede a Reggio Emilia e fondata nel 1892, con oltre 500 milioni di ricavi è la società più importante nel settore lattiero-caseario e i suoi punti di forza per l’esportazione sono: Parmigiano Reggiano DOP, Grana Padano DOP, Gorgonzola DOP, Taleggio DOP, Mozzarella di Bufala Campana DOP, Pecorino Toscano DOP e Mozzarella STG. I brand principali sono CASTELLI,  MANDARA e ALIVAL

La società di Reggio Emilia è il principale esportatore di Parmigiano Reggiano nel mondo, di cui produce all’incirca 105.000 forme ogni anno.

Lctalis un altra Dop diveta Francese
Lactalis acquista Nuova Castelli e la DOP princilale: il Parmigiano Reggiano

Il Consorzio di tutela del Parmigiano Reggiano Dop, in qualità di organismo di controllo autorizzato dal Mipaaf, garantisce che la produzione è e resterà sempre circoscritta all’area di origine – come stabilito dal disciplinare di produzione – offrendo al consumatore finale quelle caratteristiche che da nove secoli rendono il Parmigiano Reggiano un alimento naturale, buono e sano”.

Una precisazione che ci pare scontata, poiché diversamente non potrebbe più chiamarsi Parmigiano Reggiano,  poiché per essere tale dev’essere prodotto solo nelle province di Parma, Reggio Emilia, Modena, Bologna alla sinistra del fiume Reno e Mantova alla destra del Po. Inoltre vi è da sapere che per la produzione di Parmigiano Reggiano si utilizza latte crudo prodotto esclusivamente in questo territorio, quindi la delocalizzazione non è assolutamente pensabile.

Resta comunque il rammarico nell’apprendere queste notizie. Uno dei tanti nomi che fanno dell’Italia un eccellenza unica nel mondo che passa di mano …. ai francesi.

Luoghi Rurali Logo

 

Spazio Pubblicitario ancora disponibile

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento
Per favore inserisci il tuo nome qui