NATALE : COLDIRETTI/IXE’, 1 SU 4 REGALA CIBO E VINO, I MENO RICICLATI
Si cercano prodotti con una storia da raccontare sulle tavole della festa

Natale - agroalimentare italiano
Natale 2018 Coldiretti

Natale 2018 – L’agroalimentare è di gran lunga il regalo più diffuso nel periodo delle feste natalizie. Non fosse altro perché siamo un popolo di buongustai e per via della grande qualità dei nostri prodotti.  Vini, spumanti, formaggi, salumi e tanti prodotti tipici del territorio imbandiranno le tavole di moltissima gente. Secondo uno studio di Coldiretti/IXE’ 1 italiano su 4 sceglie di regalare l’agroalimentare italiano, meglio ancora quello del proprio territorio.

Natale 2018 quanto è la spesa ?

Stando alla ricerca di Coldiretti / IXE’ il budget fissato per circa il 47% delle famiglie italiane è sotto i 100 euro – il 40% spenderà tra i 100 e 300 euro, mentre il restante 11% potrà disporre di una cifra fra i 300 i 1000 e passa euro. Si registra inoltre un incremento verso l’acquisto di regali legati ai prodotti agroalimentari a tutto vantaggio del nostro Made in Italy. Tali regali sono anche i meno riciclati.

In molti casi si preferisce addirittura l’acquisto diretto in azienda favorendo la cosiddetta “filiera corta” – dove è lo stesso produttore a garantire sulla qualità. Al fianco  dell’immancabile panettone, infatti – riferisce la Coldiretti – si è affermata la ricerca minuziosa di, formaggi, salumi, conserve del contadino, paste di grani italiani antichi, carne delle razze nazionali toriche, dalla  piemontese alla chianina  , e vini autoctoni magari di nicchia dietro ai quali si nasconde una storia da raccontare sulla tavole a Natale, dove sempre più spesso si parla di origine della materia prima, di stagionatura, invecchiamento o recupero di varietà a rischio di estinzione da valorizzare in cucina.

 Natale 2018: meno on-line e più filiera corta

A differenza di quanto accade per le altre tipologie di regali, negli acquisti di bevande e prodotti alimentari si rileva peraltro una maggiore diffidenza e avversità  verso l’acquisto in internet. Le perplessità – spiega la Coldiretti – riguardano soprattutto la sicurezza dell’acquisto, la consegna di un prodotto integro e i rischi per la mancata corrispondenza delle caratteristiche qualitative del prodotto sul video rispetto a quello consegnato, nonostante l’attività di vigilanza dell’Ispettorato Repressione Frodi e l’importante accordo contro le frodi on line sottoscritte dal Ministero delle politiche agricole alimentari, forestali e del turismo con Alibaba, la più grande piattaforma di e-commerce a livello mondiale.

La migliore garanzia sull’originalità dei prodotti alimentari in vendita è infatti quella della presenza personale del produttore agricolo che – precisa la Coldiretti – può offrire informazioni dirette sul luogo e sui metodi di produzione utilizzati. Una opportunità che è sostenuta in Italia dalla rete dei mercati degli agricoltori di Campagna Amica dove è possibile acquistare senza intermediazione direttamente dai produttori cibi locali a chilometri zero che ne garantiscono una maggiore freschezza.

Luoghi Rurali 

 

 

 

Spazio Pubblicitario ancora disponibile

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento
Per favore inserisci il tuo nome qui