L’INTESTINO: IL NOSTRO SECONDO CERVELLO

Averne cura migliora la qualità della vita

Quanto sia importante il nostro intestino, lo capiamo a partire dalla sua funzione principale: rendere disponibile i nutrienti presenti in esso, assorbirli ed eliminare le tossine.
E’ nella parte terminale, intestino crasso, che avviene l’assorbimento di acqua e sali minerali, mentre il cibo non digerito viene espulso sotto forma di feci.

Sono i microrganismi, che ricoprono l’intera superficie intestinale, ad interagire tra di loro ed a creare l’equilibrio indispensabile per garantire la salute del nostro organismo, essi infatti sono capaci di digerire le fibre e di produrre delle sostanze che le cellule del nostro intestino utilizzano come fonte di energia. Queste sostanze favoriscono la crescita e il rinnovamento cellulare, migliorando l’assorbimento di nutrienti d elementi come magnesio, ferro e calcio.

Abbiamo quindi di base, una “barriera di difesa” contro i patogeni per la colonizzazione delle mucose, che producono sostanze che agiscono come antibiotici naturali e come modulatori del sistema immunitario.

L’ALTERAZIONE DELL’EQUILIBRIO INTESTINALE

Esistono molti fattori che possono minare l’equilibrio dei nostri batteri buoni, quello più significativo è l’assunzione di antibiotici di sintesi diretta, come terapia farmacologica, o indiretta attraverso il consumo quotidiano di alimenti di origine animale.

Tutto ciò crea quello che io chiamo “Intestino colabrodo”, l’indebolimento della flora microbica benefica protettiva, aprendo la strada alla proliferazione  incontrollata di batteri patogeni.
Inoltre, l’utilizzo eccessivo di antibiotici, in basse dosi, favorisce lo sviluppo di super batteri sempre più pericolosi ed aggressivi, da qui “l’antibiotico-resistenza”.
Ecco perché la nostra alimentazione gioca un ruolo fondamentale nel mantenere in equilibrio ed in salute il nostro intestino.

Cosi come, l’eccesso di zuccheri, carboidrati raffinati e proteine animali, portano ad una crescita incontrollata di batteri caratterizzata da un metabolismo fermentativo e putrefattivo, con la produzione di grossi volumi di gas maleodoranti einfiammazione delle mucose.

RIPORTIAMO L’INTESTINO IN EQUILIBRIO

Per riportare in equilibrio la flora microbica intestinale è importante non solo eliminare selettivamente i microrganismi patogeni ma favorire la proliferazione  della flora microbica benefica.
Per raggiungere questo obbiettivo è possibile utilizzare sostanze naturali come fibre solubili, aumentando quindi l’assunzione di cibi crudi vegetali ed acqua, per un sufficiente apporto di enzimi all’organismo.
Per riportare l’ordine intestinale, non può mancare l’integrazione di sostanze ad azione funzionale, come il Gel d’Aloe ad azione antinfiammatoria, periodica, e antiossidante, favorendo anche l’assorbimento delle vitamine, aumentando l’efficienza della digestione e l’assimilazione delle proteine nell’intestino, diminuendo i fenomeni putrefattivi.

RIPORTARE ORDINE ALL’INTESTINO

E’ cosa utile detossificarsi nei periodi di intenso stress e forte stanchezza, in seguito ad obbligate assunzioni di farmaci come antibiotici, antimicotici e antiacidi. Come anche nei periodi di cambi stagione quando siamo più soggetti ad ammalarci a causa degli sbalzi di temperatura a causa della naturale diminuzione delle difese immunitarie associata a stress di adattamento che l’organismo è costretto a subire.
Consiglio di fare una pulizia intestinale con un integrazione di fermenti lattici attivi probiotici.

Non tralasciando per ultimo ma non meno importante, l’aspetto reattivo del cervello, ricordando che  se il nostro intestino è pulito e funziona bene, anche il nostro cervello sarà attivo e funzionale, per quella sostanza, la “serotonina” o ormone della serenità, che viene prodotta nell’intestino in collegamento diretto al cervello tramite il sistema nervoso centrale.

Samanta Robecchi 

Spazio Pubblicitario ancora disponibile

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento
Per favore inserisci il tuo nome qui