Notiziario Agricolo : Sardegna c’è l’accordo sul prezzo del latte. Crisi suina e siccità.

Latte -Raggiunto l’accordo con i pastori sardi che percepiranno 74 cent al Lt dopo una lunga protesta, ma purtroppo si registra un grave atto criminoso

Comparto suinicolo – cala la redditività dall’allevamento dei suini in Italia – 17% in un anno

Siccità – L’assenza di neve e di precipitazioni rischiano di mettere a dura prova la stagione irrigua.

Notiziario Agricolo – Latte sardo c’è l’accordo
Notiziario agricolo
Sardegna- raggiunto l’accordo sul prezzo del latte

All’indomani dell’accordo sul prezzo del latte in Sardegna, 74 cent contro i 60 che venivano pagati fino ad inizio protesta, ecco un grave fatto criminale, l’ennesimo: rapina a mano armata ad un autotrasportatore. Un gravissimo fatto d’intimidazione per il quale è necessario prendere le distanze.  E’ un atto criminale, violento e vile che indebolisce la giusta battaglia dei pastori per dare dignità al proprio lavoro e salvare i 12mila allevamenti di pecore della Sardegna. Lo sostiene Coldiretti nello stigmatizzare duramente l’agguato armato con l’incendio di una autocisterna che trasporta latte, all’indomani dell’accordo sul prezzo del latte ovino raggiunto a Sassari dopo quasi un mese di negoziati durante il quale circa tre milioni di litri di latte sono stati lavorati per essere dati in beneficienza, dati in pasto agli animali o gettati in strada per colpa di una situazione insostenibile che ha portato i pastori all’esasperazione. Chi compie questi gesti violenti  – sostiene la Coldiretti – deve essere isolato da tutti e deve avere cosciente che fa del male ad un lavoratore, ad una categoria e ad una intera Isola. I veri pastori – conclude la Coldiretti – anche nei momenti difficili non dimenticano mai la solidarietà  e il mutuo soccorso come hanno fatto tre anni donando mille pecore ai colleghi dell’Umbria colpiti dal sisma, ma anche adesso, pronti a dare il proprio contributo per i camionisti che hanno perso il camion a causa di atti inqualificabili.

Notiziario Agricolo   – Crisi settore suinicolo
Notiziario Agricolo- in calo la produzione del settore suinicolo
Produzione suina in calo

Scende ancora la redditività della suinicoltura italiana con un calo, secondo l’indice del Crefis, del 17% in febbraio rispetto allo stesso mese dell’anno precedente e del 2,8% rispetto a gennaio. Anche se la situazione era decisamente positiva lo scorso anno, la contrazione del reddito è davvero pesante e sta mettendo in difficoltà gli allevatori. A pesare sull’andamento economico degli allevamenti è soprattutto il mercato dei suini da macello, con i prezzi dei capi destinati alle produzioni tutelate che continuano a calare.

Notiziario Agricolo – senza piogge crisi irrigua
Notixziario agricolo
Siccità- a rischio la stagione irrigua

Confagricoltura Brescia guarda con preoccupazione all’attuale fase di criticità idrica. I dati degli enti regolatori dei laghi e i bollettini idrologici dell’Arpa delineano infatti una situazione sempre più preoccupante in termini di riserve. Anche se il periodo invernale non si è ancora concluso ed una valutazione certa potrà essere fatta solo ad inizio aprile, le elevate temperature che stanno caratterizzando questi primi mesi del 2019 rischiano di compromettere una fase irrigua che presenta basi poco rassicuranti. Il lago d’Iseo presenta oggi un riempimento solo del 13,6% con un calo di livello 11,2 cm sotto lo zero, unito a scarsissime riserve di neve. L’afflusso è infatti del 23,1 m³/s, contro un deflusso pari a 26,8 m³/s. Il lago d’Idro presenta al contempo una disponibilità del 13%. Le piogge che hanno interessato il bacino imbrifero del lago e del fiume Chiese sono state pari al 30% del valore medio degli ultimi 15 anni e, come conseguenza, le riserve di neve sono state pari al 35%. Le temperature anomale stanno infatti provocando uno scioglimento del già modesto manto nevoso. Complessivamente in Lombardia, nell’area alpina e prealpina, secondo i dati dell’Arpa il manto nevoso attuale è inferiore del 26,8% rispetto alla media ed il livello dei laghi è sotto del 7,4%. La stagione irrigua si preannuncia quindi problematica in tutta la provincia e, nelle premesse, ricorda l’andamento delle stagioni 2007 e 2017 che hanno creato notevoli criticità nella gestione dell’acqua.

Luoghi rurali logo

Spazio Pubblicitario ancora disponibile

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento
Per favore inserisci il tuo nome qui