Ricordi di infanzia contadina

0
169

Questo breve filmato vuole essere un tributo alla Civiltà Rurale in Veneto. Mostra con semplicità ed emozione la realtà contadina di una volta. Una vita grama fatta di lavoro e sacrifici che segnavano i volti, le schiene e le mani di donne e uomini di un tempo. In essa erano costruiti e custoditi i valori della famiglia e del lavoro.

Il testo è nel tipico dialetto veneto e dice:

La nostra terra, i nostri anziani… i ricordi della mia infanzia. mia nonna mi raccontava vicino al focolare della polenta e della sardina attaccata al filo, quando vi si passava al suo interno la polenta, quando si pestava l’uva con i piedi. era una vita dura. noi non potevamo capire cosa significasse alzarsi la mattina presto a raccogliere le bietole con il falcetto. avanti e indietro tutto il giorno… quanto lavoro: arare la terra, faccevamo più fatica noi delle bestie, dopo spaccare le zolle di terra, i bambini intanto giocavano con un nonnulla, non come adesso che si annoiano di ogni gioco. le donne zappavano, lavavano, mungevano gli animali, spingevano la cariola… quanto lavorare! capitava anche che qualcuno avesse dei malori. era questa la vita dei miei nonni.

Spazio Pubblicitario ancora disponibile

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento
Per favore inserisci il tuo nome qui