Rischio idrogeologico per molti comuni lombardi : frane e alluvioni per l’84% dei comuni 

Rischio idrogeologico
Rischio idrogeologico. È quanto afferma la Coldiretti regionale, in base a un’analisi su dati Ispra

Rischio idrogeologico. È quanto afferma la Coldiretti regionale, in base a un’analisi su dati Ispra, in occasione dell’ondata di maltempo che sta interessando a più riprese la Lombardia provocando allagamenti, frane e smottamenti in diverse zone, dal Varesotto alla Bergamasca.

Su un territorio più fragile – sottolinea la Coldiretti – si abbattono con maggior violenza precipitazioni sempre più intense e improvvise, che causano gravi danni alle campagne, ai centri abitati e all’ambiente. Secondo un monitoraggio della Coldiretti su dati dell’European Severe Weather Database (ESWD), in Italia  il mese di giugno è stato segnato finora da 48 eventi estremi tra violenti temporali, grandine e bufere di vento, quattro volte superiori allo stesso periodo dello scorso anno (+336%).

 

Rischio idrogeologico
Rischio idrogeologico – Siamo di fronte alle evidenti conseguenze dei cambiamenti climatici anche in Italia

Siamo di fronte alle evidenti conseguenze dei cambiamenti climatici anche in Italia – continua la Coldiretti  –  dove l’eccezionalità degli eventi atmosferici è ormai la norma, con una tendenza alla tropicalizzazione che si manifesta con una più elevata frequenza di manifestazioni violente, sfasamenti stagionali, precipitazioni brevi ed intense ed il rapido passaggio dal sole al maltempo, con sbalzi termici significativi che compromettono le coltivazioni nei campi  con costi per oltre 14 miliardi di euro in un decennio, tra perdite della produzione agricola nazionale e danni alle strutture e alle infrastrutture nelle campagne italiane.

dati forniti da Coldiretti Lombardia

 

Spazio Pubblicitario ancora disponibile

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento
Per favore inserisci il tuo nome qui