Simone Breda, lo chef del Sedicesimo Secolo, ci ha emozionato.

Una proposta di cucina moderna sapientemente ricercata nella qualità degli ingredienti di base e nei contarsti.

Dopo avervelo presentato, qualche settimana fa,  siamo stati a trovare Simone e Liana, che insieme gestiscono il ristorante Sedicesimo Secolo a Pudiano. Una coppia di giovani che sta lanciando una proposta molto interessante.

Pudiano è una piccola frazioncina di campagna facilmente raggiungibile da Brescia ( circa trenta minuti) passando dalla quinzanese, prendendo poi per Orzinuovi. Oppure scegliendo la via interna che passa per Meano il “borgo degli artisti”.

La Location

Il Sedicesimo Secolo si trova proprio al centro della piazzetta del borgo, situato all’interno di un prezioso recupero urbano del 1600 adibito a scuderie. Una ristrutturazione conservativa che risalta il periodo con accattivanti ritocchi moderni ben studiati.

L’accoglienza è curata da Liana Genini, che con garbo e gentilezza, e senza trascurare la professionalità, introduce gli ospiti presentando il menu e la carta dei vini. Liana è anche somelier e la proposta della cantina è già molto buona.

Il gusto

Accompagnati da un gradevole e soffuso sottofondo musicale abbiamo scelto un menu degustazione Terra e Mare composto da varie portate. Questo per comprendere la linea scelta dallo chef.  Ad ogni arrivo è corrisposta una precisa descrizione e indicazione del piatto da parte di Liana.

Un percorso di gusto fatto di qualità, sapori, contrasti, cotture, aromi e abbinamenti ricercati che ci ha davvero emozionato.  Gradevole e particolare la presentazione dei piatti.

Foie gras, rabarbaro, sherry e ginepro; ventresca di tonno, ortiche robiola di capra, erbette di campo; fettuccine di segale, ragù di coniglio, pecorino di Pienza e fave. E poi ancora … Ravioli del Plin ai gamberi di fiume, brodo di gallina vecchia e angostura; anatroccolo laccato al frutto della passione e pepe lungo di Giava … .

Ovviamente parliamo di una cucina moderna che spazia a 360° toccando varie nicchie, frutto di uno studio che Simone Breda sta ancora compiendo. Una cucina non legata al territorio, ma che ha una sua anima.

Da ultimo il rapporto qualità prezzo è davvero interessante.

Per una serata particolare, per chi ha voglia di uscire dalla solita routine gastronomica casereccia proposta dal territorio. Per chi vuole provare ad emozionarsi con i sapori … noi lo consigliamo.  Il Sedicesimo Secolo vi stupirà.

www.ristorantesedicesimosecolo.it

Luoghi Rurali

Giuseppe De Maria

 

 

 

 

Spazio Pubblicitario ancora disponibile

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento
Per favore inserisci il tuo nome qui