SUINICOLTURA, ROLFI: IN LOMBARDIA ALLEVATI 4,3 MILIONI DI SUINI, METÀ DEL NAZIONALE

ASSESSORE: BISOGNA COINVOLGERE ALLEVATORI NEI CONSORZI 
Suinicoltura in Lombardia
Suinicoltura in Lombardia

Suinicoltura – l’allevamento dei suini è molto diffuso in Lombardia ed è una delle attività agricole da reddito che produce carni di qualità e offre occupazione anche nel suo indotto: quello della lavorazione e trasformazione delle carni. La carne di maiale è ricavata dalla macellazione e viene consumata fresca oppure sottoposta a salagione o affumicatura per la produzione di salumi.

SuinicolturaIn Lombardia vengono allevati 4 milioni e 300 mila suini, il 50% del totale nazionale. Brescia è la prima provincia con 1,4 milioni di capi, seguita da Mantova e Cremona. Sono i dati comunicati dall’assessore regionale lombardo all’Agricoltura Fabio Rolfi durante gli Stati Generali della suinicoltura alla Fiera di Cremona.
Suinicoltura
Suinicoltura – la trasformazione delle carni

“Le DOP sono portabandiera del Made in Italy nel mondo. In questi anni ci sono stati dei problemi e l’aggiornamento dei disciplinari è necessario per garantire ad allevatori e consumatori la qualità dei prodotti, che deve essere tutelata, garantendo trasparenza e tracciabilità che sono mancate” ha dichiarato Rolfi.

“Quello che è successo non deve più succedere, perché si è rischiato il declassamento delle Dop mettendo a rischio tutto il settore” ha proseguito l’assessore rimarcando come “sia necessario il coinvolgimento degli allevatori all’interno dei consorzi per condividere le scelte di programmazione e governo dell’offerta in una logica di reale filiera che oggi manca. Questo tema va riproposto se vogliamo realmente parlare di fliera”.
L’ assessore Rolfi ha anche sollecitato il tema della separazione degli impianti di stagionatura delle cosce Dop rispetto a quelle smarchiate “per evitare commistioni e creare gli anticorpi necessari a pratiche sleali che danneggiano tutti soprattutto i produttori”.
Suinicoltura – “Sui mercati internazionali la competitività è spietata e solo la distintivitá, la qualità e la sicurezza alimentare dei nostri prodotti possono garantire redditività ai nostri imprenditori. Il tema della internazionalizzazione é fondamentale. L’apertura da parte della Cina alla carne di maiale è una opportunità eccezionale. Dobbiamo sburocratizzare il sistema per supportare le nostre aziende.”
Numero di suini allevati nelle diverse province lombarde 
Bergamo 299.995
Brescia 1.383.936
Como 2.212
Cremona 820.860
Lecco 4.099
Lodi 360.000
Mantova 1.095.536
Monza e Brianza 3.485
Milano 72.370
Pavia 243.587
Sondrio 1.755
Varese 1.079
Totale 4.288.862
Lomb./Italia %50
Dati forniti da Regione Lombardia
Spazio Pubblicitario ancora disponibile

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento
Per favore inserisci il tuo nome qui